Consigli per realizzare un sito

Dopo aver visto cosa preparare per realizzare un sito internet ho pensato di mettere insieme una serie di suggerimenti e riflessioni che avevo postato nel tempo nel mio blog precedente.Questi consigli per realizzare un sito non sono legati ad aspetti tecnici, ma sono suggerimenti a mio avviso di buon senso che vogliono portare la tua attenzione su determinati aspetti prima di iniziare a realizzare il tuo sito internet. Le informazioni sono presentate in ordine più o meno sparso, ma sono certo che potranno essere preziosi consigli in pillole per chiunque stia per affrontare un nuovo progetto web.

consiglio per realizzare un sito

Siti internet, date ciò che gli utenti cercano

Tra i primi consigli per realizzare un sito partirei dicendo di non cercare di stupire gli utenti con “effetti speciali” inutili quali video, animazioni o musiche di sottofondo non desiderate. Ancora peggio è inserire animazioni di benvenuto o elementi che non centrano con il contenuti del sito.

Cercate invece di fornire quello che i visitatori stanno cercando, in maniera chiara e facilmente reperibile, non appesantite la navigazione dei visitatori con effetti non richiesti, rispettateli, stanno visitando il vostro sito alla ricerca di informazioni! Studiate piuttosto una grafica piacevole e coerente che li guidi verso il reperimento delle informazioni di loro interesse, mettendo in evidenza i vostri servizi e prodotti.

L’importanza dell’interfaccia di un sito internet

Desideravo ora soffermarmi un attimo sull’importanza che riveste l’interfaccia di un sito internet. Ritengo che, sia lo sviluppatore che il cliente, debbano comprendere il fatto che l’interfaccia di un sito è molto di più che un semplice problema di estetica e di design.

Durante la fase di sviluppo è importante quindi valutare con cura se la propria interfaccia è effetivamente user friendly, ossia se facilita l’incontro tra i bisogni comunicativi del sito e la ricerca delle informazioni del visitatore.

Sulla base delle nostre esperienze la migliore interfaccia di un sito internet è quella che:

  • accoglie il visitatore su di una home page che appare in fretta e che dia una chiara rappresentazione dei contenuti in esso presenti
  • garantisce  un riferimento costante, ad esempo tramite una barra di navigazione, in modo da permettere al visitatore di orientarsi e di muoversi facilmente all’interno del sito
  • assicura dei percorsi chiari e gradevoli tra i contenuti del sito
  • da un senso di premura nei confronti del visitatore

Durante la progettazione dell’interfaccia andranno inoltre affrontate quesioni di comunicazione riguardanti un atto specifico del navigare, ossia l’atto di cliccare. Questo gesto tattile, con implicazioni polisensoriali, risulta assai sensibile alle caratteristiche dell’interfaccia e poichè la scelta di cliccare o meno, presa in autonomia dal visitatore, è fondamentale per lo sviluppatore del sito sarà importante testare profondamente ed ottimizzare l’interfaccia grafica scelta.

Il sito web: equilibrio tra tecnologia applicata e bisogni dei visitatori

La disponibilità di connessioni sempre più veloci e l’utilizzo delle più recenti tecnologie messe a disposizione dai recenti software di sviluppo, permettono di arricchire i nostri siti di contenuti multimediali. Questo fatto di per sè è un vantaggio in quanto se ben fatti questi ultimi possono arricchire l’esperienza offerta al visitatore, ma se non sono più che ben progettati possono risultare ostici e ridurre la qualità generale del sito; per questo motivo durante la progettazione dovremo tener conto dei seguenti  elementi ossia:

  • utilizzare la multimedialità solamente se può andare a vantaggio del pubblico, eliminare quindi animazioni autocelebrative, preferire a queste sistemi che permettano per esempio esplorare un prodotto nel dettaglio, visionare come può essere utilizzato, personalizzato ecc.
  • progettare per l’effettiva larghezza di banda utilizzata dai navigatori, eventualmente rendere disponibili versioni differenti in base alle connessioni degli utenti e utilizzare sistemi che indichino lo stato del caricamento dei nostri documenti multimediali
  • evitare il più possibile i plug-in, gli utenti potrebbero avere problemi tecnici durante l’installazione, oppure possono non voler attendere il download degli stessi, oppure, caso ancora più frequente, sono diffidenti nei confronti di nuovi applicativi che non conoscono
  • Non inventarsi strane interfacce, che possono essere causa di frustrazione o che obblighino gli utenti a capirne come funzionano, esistono già simboli convenzioali che vale utilizzare per semplificare la vita ai nostri utenti
  • garantire sempre alternative accessibili a coloro che possono avere handicap


Interattività tra i consigli per realizzare un sito

Sono sempre più convinto che gli utenti in internet restano più soddisfatti se oltre a trovare le informazioni richieste possono interagire con i contenuti ossia cliccare sulle pagine che visita; aggiungere interattività a queste ultime sarà la chiave del successo di molte applicazioni on-line; interagire, selezionare “giochicchiare” con le pagine permette all’utente di essere interattivo con le informazioni che gli offriamo, si sente quindi fruitore attivo e non relegato al ruolo di lettore delle nostre pagine.

Il web è sempre stato interattivo, ma per la sua stessa natura necessitava di rimandare l’utente da una pagina all’altra per fornirgli le risposte ricercate, ora nuovi strumenti ci permettono di aggiungere attività e interazione alle pagine senza doverle ricaricare ad ogni click, se vi dico che non sto parlando di Flash (che tra l’altro non ho mai amato molto), avrete capito che mi sto riferendo ad AJAX, combinazione di HTML, JAVA, XML, ecc.

Ve lo dico prima, sono un neofito, mi sto avvicinando solo ora al nuovo lunguaggio, ma mi affascina sempre più. Abbiamo provato ad implementarlo su alcune pagine degli ultimi siti realizzati per filtrare le informazioni a disposizione degli utenti e sono rimasto stupito dalle potenzialità offerte. Credo che lo utilizzerò sempre più spesso! Purtroppo siamo alle prime armi e, forse a causa della libertà e mix di linguaggi utilizzati non ho trovato ancora una guida od un sito di riferimento, ma per cominciare vi consiglio il Framework di Adobe nomimato Spry.

Le forme di interattività di un sito internet

Navigando tra i vari siti in rete mi sono reso conto che il concetto di interattività non è ancora totalmente acquisito, un gran numero di siti web include infatti solamente una serie molto limitata di meccanismi interattivi. Si notano spesso siti, ance di aziende importanti, che si configurano come dei semplici cataloghi non offrendo alcun tipo di interazione con il visitatore e che colpiscono per la loro staticità.

I sistemi di interattività più largamente diffusi sono a mio modo di vedere:

  • e-mail
  • newsletter
  • questionari on-line
  • concorsi a premi
  • possibilità di invare pagine del sito a conoscenti
  • vendita on-line
  • richiesta di cataloghi e materiale

Poichè ritengo sia di fondamentale importanza garantire una certa interazione con il visitatore mostrando quindi la propensione dell’azienda, proprietaria del sito, al dialogo, e ritenendo inoltre che maggiore è il numero di strumenti e di iniziative atti a favorire questo cambio di informazioni, maggiore sarà di conseguenza la propensione dell’utenza a fidelizzarsi con il sito stesso, elenco qui sotto altri metodi che aiuteranno a stabilire l’interazione desiderata:

  • proposte per nuovi prodotti o affinamento di esistenti
  • prenotare prove di prodotto o visite all’azienda
  • inviare le proprie esperienze
  • ottenere foto e dediche personalizzate dei testimonial
  • interagire direttamente con testimonial, magari un una chat on-line
  • iscriversi ad un Club
  • dibattiti on-line e forum di discussione
  • scaricare screen saver o wallpaper
  • effettuare un preventivo on-line
  • poter calcolare i guadagni che si otterrebbero utilizzando i prodotti del’azienda
  • giochi interattivi

Ma come dare interattività al sito?

Molti CMS offrono una serie di plug-in appositamente sviluppati che consentono di aumentare in maniera significativa le potenzialità di un sito realizzato ad esempio con WordPress o Prestashop, in alternativa è necessario mettere mano al codice e sviluppare applicazioni web personalizzate in questo caso un’agenzia o uno sviluppatore sapranno sicuramente implementare nuove funzioni interattive nel tuo sito web.

Spero che questa serie di consigli per realizzare un sito siano stati una buona fonte di ispirazione. Da parte mia continuerà ad aggiornare questa pagina con nuovi contenuti nella speranza di vedere siti web sempre più performanti e ben realizzati.