Landing Page. Cos’è e quando è necessario realizzarla

Talvolta per avere una presenza online di valore è sufficiente una singola pagina, dipende dagli obiettivi che ci prefiggiamo. In questo caso in particolare abbiamo preferito concentrarci sulla realizzazione di una landing page volta a catturare l’attenzione dell’utente e convertire direttamente spingendolo alla compilazione di un modulo.

Landing Page. Cos’è e quando è necessaria.

Il concetto di Landing Page, nel web marketing, è uno degli argomenti più diffusi (e più fraintesi) degli ultimi mesi, ed è proprio per questo che vogliamo sprecare qualche parola per fare chiarezza.

Innanzittutto, una Landing Page (o pagina di atterraggio), è una pagina dove vogliamo che il nostro utente “approdi” dopo aver cliccato una pubblicità. Una landing Page NON è un sito.

Una volta che il nostro utente arriva su una landing page, con tutta probabilità, avverrà una conversione del visitatore in un lead (o potenziale cliente).
A questo punto possiamo già dire che questo tipo di pagina, viene creata con lo scopo di raggiungere principalmente due obiettivi:

  • Portare l’utente a compilare un modulo di contatto
  • Portarlo direttamente all’acquisto di quel vostro prodotto

Una landing page è una speciale pagina, creata con l’obiettivo di motivare l’utente a compiere una specifica azione.
Anonimo

Non è scontato ribadire che a seconda degli obiettivi, la pagina dovrà essere realizzata in due metodi differenti. Di contro, però, esistono delle linee guida che vanno seguite per far si che la Landing page funzioni.

creazione landin page

Perché le pagine di atterraggio sono importanti?

Ogni landing page ha quindi un compito fondamentale ossia intercettare e convertire quel traffico web generato da pubblicità, email, social media che altrimenti verrebbe mandato alla homepage del sito perdendo un’occasione di conversione.

Facendo un esempio potremmo prendere la una nostra campagna su Adwords, e in particolare la Keyowrd “realizzazione siti internet”, se l’annuncio mandasse direttamente sulla homepage l’utente dovrebbe iniziare una nuova ricerca nel sito per trovare il servizio da lui ricercato, per poi passare a cercare di individuare il metodo migliore per entrare in contatto con la nostra agenzia.

Se invece venisse rimandato ad una landing page dedicata potrebbe trovare una corrispondenza esatta con il servizio da lui ricercato ossia la realizzazione di siti internet, con dettagli relativi, opzioni e un metodo per fissare una call o chiedere un preventivo senza impegno. Non sarebbe più facile così convertire un utente?

Come è fatta una Landing page? Quali sono gli elementi principali?

Il primo obiettivo di una qualsiasi landing page, è sempre sempre quello di convertire il visitatore in cliente.

Per indurre l’utente all’acquisto del prodotto o alla compilazione di un form, è quindi necessario strutturare il contenuto in maniera tale da far compiere (quasi obbligatoriamente) l’azione che noi vogliamo compia.

Una Landing non accoglie l’utente come una Home page, è una pagina che lancia l’utente verso un’azione precisa, qualunque essa sia. Ecco perchè ha una struttura che non deve in alcun modo essere confusa con un sito One Page, con una Home Page o con un articolo di un blog. La landing page converte – e non accoglie – ed è proprio per questo che trovi solo lo stretto necessario per prendere una decisione.

Elementi principali di una Landing Page:

1 – Headline: un titolo che cattura l’attenzione

Appena apriamo una landing, la prima cosa che ci salta all’occhio è proprio il titolo. Questo elemento deve catturare l’attenzione, esprimendo subito e chiaramente i vantaggi del prodotto e il perché l’utente dovrebbe compiere l’azione richiesta.

2 – Visual: un’immagine che converte

L’immagine, la bella foto qualsiasi altro elemento visivo, è sempre il fulcro di ogni comunicazione. Scegliere un’immagine di qualità che evidenzi le funzioni del prodotto, garantisce il ritorno che abbiamo programmato. Più l’immagine racconta le particolarità di ciò che stai promuovendo, più condurrà l’utente a proseguire il proprio percorso.

Un altro elemento visivo molto importante è anche il colore che si utilizza, vedremo poi nel nostro Case Study, cosa intendiamo.

3 – Testo: approfondire i vantaggi

Il testo di una landing page, deve essere efficace al 100% e per esserlo, occorre approfondire i vantaggi e le funzionalità di ciò che si sta promuovendo. Nonostante il tsto sia la parte più descrittiva di una pagina, questo non deve essere troppo lungo e denso, ma deve essere incisivo e accattivante!

4 – Call-to-action: chiamare all’azione l’utente

Abbiamo detto che una Landing Page, induce e convince l’utente a compiere l’azione che vogliamo. Un tasto in evidenza o un form ben strutturato è la chiamata all’azione di cui stavamo parlando. Più è empatico ed incisivo e ben posizionato, più garantisce che l’azione vada a buon fine.

Landing page: ecco alcune dritte su cos’altro fare.

Limita la navigazione della landing page

Dopo che hai investito tempo e soldi per portare utenti sulla tua landing page specificatamente progettata, non devi distrarre le persone, devi quindi ridurre le possibilità di uscire dalla landing page, per questo motivo molte landing nascondono il menu del sito internet o altri link che possono far allontanare l’utente dallo scopo per la quale la pagina è progettata

Crea un messaggio chiaro e sintetico

Il messaggio deve essere chiaro e semplice in modo che sia facilmente comprensibile all’utente. poche righe e concetti semplici, vedrai che aumenterai il tasso do conversione!

Testa le tue pagine e ottimizzale

Non esiste una ricetta magica per creare una landing page di successo, è necessario monitorare l’andamento e testare continuamente i risultati ottenuti. Un continuo lavoro di affinamento di messaggio, struttura e design aiuterà ad aumentare la conversine degli utenti.

Case study: Husse Varese, sito di una sola pagine

Per questo motivo abbiamo pensato che una singola pagina web, ottimizzata intorno ad un singolo messaggio e promossa tramite una campagna Adwords potesse consentire al cliente di non realizzare un intero sito ma di suddividere l’investimento tra creazione e promozione.

Il sito è dedicato alla presentazione di un nutrizionista di zona di Husse, azienda leader nella vendita di prodotti alimentari per animali da compagnia. Husse oltre che per l’alta qualità dei prodotti offerti ha impostato il proprio modello di business su di un sistema di vendita che salta la distribuzione dei prodotti presso i negozi e offre consegna diretta a casa del cliente da parte di un nutrizionista che è in grado di valutare il nostro animale e i prodotti alimentari e per la cura del nostro amico a quattro zampe più corretti.

La landing page oltre a presentare il sistema di vendita e la filosofia Husse, contiene una selezione dei principali prodotti divisi per animale dedica una sezione all’agente di zona. Un servizio fotografico presso il nostro studio ha permesso di realizzare gli scatti utili per la realizzazione del sito e la comunicazione sui social, Un servizio fotografico estremamente divertente che ha coinvolto tutti i membri della nostra agenzia grazie alla presenza di un simpaticissimo Corgi.

Promozione landing page

Completata la realizzazione della landing page abbiamo proceduto investendo parte del budget concordato con il cliente nella promozione del sito sui motori di ricerca cercando fin da subito di attirare visitatori interessati sul sito web appena realizzato. Vista la difficoltà di ottenere un posizionamento organico con un sito statico di una sola pagina, la creazione e la gestione di una campagna PPC su Google e una strategia Social hanno permesso di portare visitatori sulla pagina web realizzata.

In conclusione, che tu decida di realizzare una landing page e investire il resto del tuo budget in promozione oppure che tu preferisca realizzare fin da subito un sito internet più completo, ti consiglio la lettura dell’articolo riguardante cosa preparare per realizzare un sito internet, sarà sicuramente d’aiuto per organizzare il materiale prima di passare dal tuo webmaster!