Siti internet per il turismo

Una carrellata di informazioni legate a tutti gli operatori del settore turistico che vogliono comprendere lo strumento e fare un punto della situazione relativamente ai siti internet e al turismo.

siti internet per il turicmo

Come il web ha modificato il modo di fare turismo

Internet ha rivoluzionato i processi e la catena del valore nella fornitura di informazioni e servizi nel turismo dando origine al turismo elettronico o e-turismo. Tramite internet da una postazione fissa l’utente può facilmente preparare, pianificare e prenotare il proprio viaggio: sceglie le destinazioni, acquista i trasporti, stabilisce il percorso, prenota gli alloggi, scambia informazioni con altri utenti prima e dopo il viaggio.

Lo sviluppo delle tecnologie mobile hanno introdotto un’altra rivoluzione con nuove forme di accesso alle informazioni e dando origine al m-turismo.

M-turismo è l’insieme delle applicazioni tecnologiche utilizzabili non più solo sui computer, ma su una varietà di dispositivi mobili che consentono l’accesso alle informazioni anche durante il viaggio. Questo sviluppo è legato essenzialmente allo smartphone e al conseguente arrivo di proposte con Internet illimitato.

Le fasi di una vacanza

Per meglio capire l’importanza di queste tecnologie occorre tener presente le fasi in cui si articola una vacanza:

  • Desiderio: desiderio di partire in base a preferenze e bisogni (individuali, definiti socialmente o su altri stimoli esterni);
  • Informazione: raccolta delle informazioni necessarie per prendere la decisione utilizzando canali differenti e diverse attenzioni agli elementi che compongono l’offerta ( hotel, trasporti, ecc.);
  • Scelta: decisione d’acquisto, oggi caratterizzata da un trend di disintermediazione legata alla diffusione di motori di ricerca e di applicazioni dedicate digitali;
  • Viaggio: vivere un’esperienza nelle sue infinite sfaccettature, basata su tutte le componenti dell’offerta: prodotto, tempi complessivi del viaggio, qualità di trasporti, qualità e servizi alloggio, accoglienza, ecc. ;
  • Ricordo: il ricordo e il desiderio di ripartire per un viaggio, che implica la necessità di mantenere vivi gli aspetti positivi dell’esperienza, cercando di comunicare con i diretti interessati e fornire nuove ragioni per ritornare.

Internet e il turista

Sulla base di questo processo il turista interagisce con internet al fine di:

  • Prima del viaggio: ispirarsi…cercare…pianificare per preparare un viaggio il turista visualizza una varietà di siti web e, grazie ai servizi mobile può:
    • cercare informazioni / confrontare prezzi e disponibilità
    • prenotare la prestazione turistica ed eventualmente modificarla
    • ricevere informazioni in tempo reale sulle eventuali modifiche al suo viaggio
    • fidelizzarsi per accedere a sconti e promozioni
  • Durante il viaggio: rassicurare… orientare… far scoprire con le tecnologie mobile il turista può interagire direttamente con la destinazione diventando attore del suo soggiorno. Grazie all’accesso a tutte le informazioni durante il soggiorno può usufruire pienamente delle risorse sentendosi rassicurato. Grazie al mobile può:
    • essere informato sui punti d’interesse e degli eventi durante il soggiorno
    • geolocalizzare l’hotel o i ristoranti nelle prossimità grazie al GPS
    • accedere a diversi contenuti (foto, video, realtà aumentata) per scoprire il patrimonio della zona
  • Dopo il viaggio: ricordare… valutare… condividere tornato a casa il turista:
    • pubblicherà le sue foto sui profili Facebook o Twitter,
    • scriverà una recensione su TripAdvisor;
    • manterrà una relazione con la destinazione (albergo, località, ristorante, museo, ecc… ) in funzione del livello di interesse che il viaggio gli ha ispirato.

Un nuovo turismo: SO-LO-MO

Nella pianificazione di una strategia di promozione e commercializzazione di un prodotto turistico oggi occorre tener conto della nuova definizione di turismo:

  • Sociale: il turista intende partecipare alla promozione di un prodotto o di una destinazione, interagire con i professionisti e alla fine diventare ambasciatore di un marchio, dell’offerta o della destinazione;
  • LOcale: i turisti si aspettano di trovare tutte le informazioni riguardanti il territorio in cui si trovano in quel momento. L’offerta turistica deve essere geolocalizzata e immediatamente fruibile;
  • Mobile: il turista utilizza sempre più il proprio mobile per facilitare gli spostamenti, arricchire la propria esperienza o cercare semplicemente informazioni.

L’importanza dei social network

Non possiamo poi dimenticare il ruolo crescente dei social network che giocano un ruolo sempre più importante nelle esperienze del turista in ogni fase del viaggio.

  • Prima del viaggio
    • Scoprire una destinazione attraverso le foto e i commenti pubblicati da altri membri della comunità;
    • Informarsi sulle ricchezze di una destinazione consultando le pagine dedicate di Facebook;
    • Scegliere l’albergo in funzione dei pareri postati da altri visitatori.
  • Durante il viaggio
    • Condividere le esperienze in diretta con la comunità pubblicando le foto sul proprio profilo;
    • Segnalare la propria presenza in determinati luoghi per ricevere proposte e consigli;
    • Effettuare prenotazioni e transazioni.
  • Dopo il viaggio
    • Contribuire alla promozione di una destinazione pubblicando i propri pareri;
    • Ispirare futuri viaggi a membri della comunità grazie alle fotografie pubblicate ed i commenti inseriti.

Il sito web ideale per gli operatori turistici

La presenza su internet degli operatori turistici attraverso un sito è ormai un fatto consolidato ma la maggior parte di questi siti è nata per essere utilizzata su un computer dotato di un browser completo, di uno schermo grande, una tastiera, un mouse e presenta una struttura di navigazione adatta ad un contesto essenzialmente sedentario.

Al contrario, l’utente mobile dispone di uno schermo piccolo con strumenti di navigazione molto limitati e la maggior parte delle consultazioni avviene stando in piedi, camminando o svolgendo altre attività.

La navigazione di un sito di tipo fisso  tramite un dispositivo mobile può presentare:

  • dimensioni non adatte
  • pagine troppo pesanti
  • animazioni Flash non fruibili
  • navigazione complessa.

Per questa ragione i siti internet, in particolari quelli che prevedono interazione con utenti privati,  vengono oggi concepiti e realizzati in versione responsive design con una struttura e contenuti  in grado di adattarsi  al dispositivo di visualizzazione adottato.
I vantaggi di un sito responsive design

  • una navigazione facile e leggera arricchita da diverse funzionalità (GPS, QR Code, chiamata diretta, ecc.);
  • un solo sito da mantenere
  • un solo url da comunicare con una maggior visibilità sui motori di ricerca;
  • un’unica analisi delle statistiche ;
  • costi di sviluppo contenuti;
  • contribuisce a richiamare amici sul proprio profilo nei social network.

Impieghi principali di un sito responsive design

  • Fornire le informazioni più importanti, le più vicine nello spazio e nel tempo e per la comunità: cosa si trova attorno, come raggiungerlo, info esaustive, qualificate ed aggiornate,…
  • Facilitare l’utilizzo: contattare l’attività con un clic, visualizzare il percorso per raggiungerla, verificare le disponibilità di camere o servizi, conoscere gli orari d’apertura, consultare i pareri di altri utenti,…
  • Sviluppare le opportunità mediante offerte, coupon, …
  • Migliorare l’esperienza mediante contenuti ricchi: visite guidate, mappe, video / guide audio, realtà aumentata, avvisi geolocalizzati, giochi,…

Opportunità per gli operatori L’importanza di una versione mobile di un sito dipende dalla struttura dell’impresa:

  • è fondamentale per una impresa individuale che accoglie i clienti last minute: piccoli alberghi, B & B e campeggi,…;
  • è necessario per altri operatori quali ristoranti, servizi per lo sport , ecc. per fornire informazioni più approfondite di quelle reperibili sui siti web e sulle applicazioni degli annuari (orari, menù, prezzi,..);
  • è meno adatto per i luoghi di visita (musei, ecc.) perché non può essere utilizzato come guida turistica.

Ricordiamo che un sito mobile funziona solo con una connessione a Internet telefonica o WI FI.

Servizi web di qualità per il turismo

Ormai oltre il 45% delle prenotazioni di servizi turistici avviene tramite internet ed in particolare tramite agenzie online e dispositivi mobile. Se l’agenzia online ha costituito una fonte di nuovi ospiti, oggi rischia di diventare sempre più una minaccia a causa de:

  • la trasparenza dei prezzi che riduce i margini;
  • le commissioni molto elevate;
  • l’interposizione nel rapporto diretto con gli ospiti.

Con l’avvento delle soluzioni mobile la loro importanza è in rapida crescita con l’aggravante della crescente abitudine a prenotare nelle 24 ore precedenti alla fruizione del servizio, favorita anche dall’enorme sviluppo delle app dedicate a questo tipo di servizio.

Le strutture di accoglienza devono potersi garantire in ogni momento il loro futuro anche se le modalità non saranno necessariamente facili o rapide. L’importante è iniziare a predisporre dei piani d’azione che consentano di assicurare un futuro proficuo a lungo termine.

Un piano di questo genere dovrebbe prevedere alcuni interventi prioritari:

  1. rendere responsive design il proprio sito internet;
  2. incoraggiare la permanenza sul proprio sito;
  3. fidelizzare gli ospiti esistenti ;
  4. rendere più facile prenotare e acquistare i servizi digitali ;
  5. proporre un servizio di qualità.

1. Ottimizzare il sito

Ormai oltre il 40% degli italiani dispone di uno smartphone e il 92% di questi utilizza il dispositivo per la ricerca di informazioni in internet. Anche se poi la prenotazione effettiva avviene talvolta da un dispositivo fisso, la ricerca avviene nella maggior parte dei casi attraverso un dispositivo mobile.

Questo significa che il sito deve:

  • essere veloce! Avete 2,5 secondi per il caricamento della pagina, altrimenti l’utente cambia sito;
  • fornire informazioni appropriate: prenotazioni, indirizzo, contatti, percorsi, …;
  • evidenziare subito la possibilità di prenotare e rendere facile l’acquisto.

Le conseguenze di siti non mobile friendly

Ma quali sono le principali conseguenze del fatto di non essere considerati mobile-friendly da Google? Nei fatti questa novità nell’algoritmo di ricerca di Google non modifica assolutamente le ricerche effettuate tramite un computer desktop e nemmeno da un tablet. Le conseguenze riguardano solo le ricerche provenienti da telefoni dotati di connessione internet. Poiché molte attività investono anche in campagne di acquisto di parole chiave su Google AdWords, che tiene conto anche delle piattaforme mobile, un sito non mobile-friendly  sarà penalizzato nel suo Google Ad Rank Quality Score e di conseguenza dovrà spendere di più per ottenere un livello soddisfacente di click e di conversioni.

In ogni caso i siti continueranno ad avere traffico anche se non sono mobile-friendly, ma non meravigliamoci se i tassi di abbandono saranno molto più elevati quando un utente dovrà selezionare tra tasti troppo vicini o i testi visualizzati sono troppo piccoli….

In conclusione non è più accettabile, in particolare nel settore del turismo, di non essere mobile-friendly. E’ ora di agire.

2. Portare più traffico sul proprio sito

Il primo passo per ottenere un maggior numero di prenotazioni dirette è quello di incoraggiare i visitatori a rimanere più a lungo sulle pagine dei propri siti internet per il turismo:

  • sul sito desktop mediante:
    • tante immagini grandi e belle;
    • tante informazioni dettagliate comprensive di mappe del territorio circostante;
    • il controllo delle recensioni e dei contenuti postati dagli utenti sui diversi portali dedicati e sui social network.
  • sul sito mobile sarà invece utile ottimizzare e ridurre le immagini per avere un caricamento più rapido.

Per motivare il visitatore a restare sul sito potrebbe essere molto utile fornire consigli di viaggio fornendo contenuti e percorsi sul territorio circostante ricordando che per valorizzare i contenuti, oltre ai testi, devono essere presenti immagini e mappe . A tale scopo potrebbe diventare vantaggioso utilizzare un CMS che rende estremamente facile aggiungere sul proprio sito o app contenuti web.

Un sistema CMS nei siti internet per il turismo:

  • non richiede competenze tecniche;
  • è adatto sia per dispositivi mobile che per computer;
  • garantisce aggiornamenti ogni 24 ore.

3. Fidelizzare i clienti esistenti

Il fine dei siti internet per il turismo è acquisire nuovi clienti, fare questo può essere molto costoso e per questo è importante assicurarsi la massima fedeltà attraverso un marketing che valorizzi i rapporti già esistenti comunicando in modo continuo con:

  • ospiti occasionali;
  • ospiti assidui;
  • comunità sui social network.

4. Semplificare il rapporto

E’ fondamentale che tutte le relazioni tra l’ospite e la struttura siano semplificate al massimo a partire dalla fase della prenotazione all’acquisto di prestazioni e servizi, ai rispettivi pagamenti.

5- Offrire un servizio di qualità

Alla luce di queste esigenze una buona soluzione potrebbe essere la realizzazione di un’app dedicata essenzialmente alla fidelizzazione e che dimostri al turista la volontà di essere utili ad accompagnarlo durante la sua permanenza.

Le app possono infatti diventare lo strumento ideale per fidelizzare clienti perché:

  • sono flessibili e possono essere adattate alle proprie specifiche esigenze;
  • forniscono informazioni off line: sono l’unica forma di comunicazione digitale che non richiede roaming
  • assicura un dialogo costante con gli ospiti ;
  • sono rapide ed efficaci grazie alle versioni multilingua.

Perché una struttura d’accoglienza deve fare un’app turistica

Anche la realizzazione di un’ app può affiancare e completare i siti internet per il turismo

app turistica

Al giorno d’oggi le aspettative fondamentali di un turista possono essere definite da 4 parole: Proprio qui, proprio ora!

Le persone decidono rapidamente, all’ultimo momento e il viaggio è sempre meno organizzato in tutti i dettagli. Diventa quindi utile offrire informazioni pratiche di cui fidarsi e servizi basati sulla localizzazione:

  • cosa c’è qui intorno ora (mangiare, vedere, dormire, acquistare,…);
  • come faccio a trovare e stabilire un contatto;
  • ricordare che Google Maps costituisce la piattaforma su cui tutti operano tranquillamente.

In questo senso l’app costituisce una delle migliori risposte a queste esigenze.

Le principali funzionalità della tua app turistica

Una app dedicata al turismo deve essere mirata alla fidelizzazione dei clienti dovrebbe essenzialmente:

  • essere personalizzata (ricordare cioè le preferenze dell’utente);
  • offrire modalità di pagamento facili (informazioni di pagamento pre-memorizzate);
  • fornire le informazioni su quanto avviene o è presente nelle vicinanze;
  • consentire l’accesso offline / online a mappe che tengano conto della propria posizione;
  • fornire informazioni dettagliate sui servizi della struttura facilitandone la prenotazione o l’ordine;
  • far risparmiare tempo (check-in, check-out).

A titolo di esempio ecco la app dell’ Hotel Alexandra di Copenhagen, una vera e propria estensione del servizio dell’hotel. Essa viene distribuita alla reception dell’hotel come una classica cartina cartacea e presenta tutte le opportunità e gli eventi attorno all’hotel. I vantaggi risiedono nella possibilità di dare suggerimenti personalizzati, anche in funzione del tipo di clientela (giovani, anziani, famiglie con bambini, ecc. e di essere centrata attorno alla posizione.

Misurare il successo della propria app

Molte volte le app falliscono, ma quando falliscono è solo perché avevano obiettivi sbagliati o non chiari. Il successo di un app non dipende infatti dal numero di download, ma dalla sua capacità di risolvere un problema per l’utente:

  • costituire un’alternativa alla brochure o alla mappa cartacea;
  • rendere le informazioni più importanti sempre a portata di mano;
  • accelerare il check-in o il check out o ridurre le attese in genere.

Quindi, anche se le applicazioni vengono cancellate subito dopo il soggiorno (anche le brochure vengono buttate), anche se il numero di download è ridotto, ciò non significa che non offrano un grande servizio al cliente: costituiscono uno strumento di fidelizzazione, non di pubblicità, e il loro compito è servire al momento giusto.

La stessa App può essere poi utilizzata per offrire e vendere più servizi agli ospiti (massaggi, un libro, la spa, il noleggio di una bici, un tour, un tavolo al ristorante, il servizio in camera, l’aperitivo prima di cena, il dentifricio, l’accesso a internet, e così via).Altri servizi integrabili potrebbero riguardare la comunicazione automatica di offerte o promozioni in funzione della posizione dell’utente (un’ happy hour, un’informazione pratica, segnalare la presenza di un edificio particolare, ecc.).

Come operare

Il modo migliore per cominciare è quello di offrire al cliente una app davvero facile da usare e che consenta di superare la tradizionale barriera scarsa fiducia.

L’hotel da parte sua potrebbe evitare soluzioni e integrazioni costose senza prima verificare tutte le funzionalità. Ad esempio per partire più velocemente, nella fase iniziale si potrebbe predisporre solo un sistema che trasmette allo staff dell’hotel le richieste di servizi o prodotti, la cui fatturazione potrebbe poi essere integrata nella fattura normale. In seguito si potrà procedere all’integrazione diretta con il sistema contabile, o utilizzare altre modalità di pagamento online.

Conclusioni sulle app per il turismo

Molte applicazioni per alberghi sono state fatte troppo male per avere successo, quasi che l’obiettivo fosse solo avere l’app e non soddisfare un bisogno e ciò ha generato qualche esperienza negativa.

Per fare in modo che gli ospiti usino l’app occorre che:

  • sia facile da usare (non troppo testo o informazioni non utili);
  • disponga di visual e design piacevole;
  • risolva realmente un problema per gli ospiti.

I veri obiettivi sono:

  • contribuire a creare grandi ricordi ed essere parte di esperienze positive;
  • motivare i clienti a prenotare di più e prenotare direttamente.

Non pensate che possa essere utile anche per voi?