Promozione

Il tuo marketing digitale ha bisogno di fare un salto di qualità?
Ti aiutiamo a raggiungere i tuoi obiettivi di crescita con strumenti di web marketing
innovativi, reattivi e agili.

I tuoi clienti, sempre connessi e super esigenti, si aspettano che tu sia presente in ogni fase del loro processo di acquisto, senza soluzione di continuità.

accresci la tua visibilità

Accresci
la tua visibilità

converti i visitatori in clienti

Converti

i visitatori in clienti

fidelizza i tuoi utenti

Fidelizza

i tuoi utenti

DA DOVE INIZIARE

Il Web Marketing per l'impresa

Aumenta la tua visibilità sul web, genera nuovi lead e mantieni la relazione con i clienti.
Definiamo un piano funzionale e ripetibile per raggiungere i tuoi obiettivi

Ottimizzazione SEO

Ottimizzazione SEO

Migiora il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca e ottieni più visitatori

Approfondisci
Campagne Web Marketing

Campagne Web Marketing

Definire ed implementare la corretta strategia web marketing per raggiungere gli obiettivi aziendali tramite il web.

Approfondisci

Integriamo nelle tue campagne di web
marketing i seguenti servizi:

gestione newsletter

Gestione Newsletter

pubblicità su google

Pubblicità su Google

marketing automation

Marketing Automation

content marketing

Content Makreting

Vuoi parlarci di una tua esigenza di consulenza e strategia digitale?

Contattaci subito!

FAQ - Web marketing

Domande frequenti sulla consulenza e l'accompagnamento digitale

Oggigiorno avere una strategia online è essenziale per la maggior parte delle PMI, soprattutto quando si tratta di trovare clienti e fornire loro i propri servizi. Ecco quattro passaggi fondamentali per costruire la tua strategia online.

  1. Attrezzati
    Il tuo primo compito è creare una presenza digitale di base per la tua azienda, inclusi un sito Web, gli eventuali strumenti di e-commerce e l'utilizzo dei social media, tutti ottimizzati per i dispositivi mobili. Puoi utilizzare strumenti gratuiti o poco costosi che possono essere ottimizzati man mano che impari e aumenti la tua presenza. La cosa più importante è avviare il processo il più rapidamente possibile.
  2. Affascina
    Il passo successivo è attirare potenziali clienti sui tuoi siti e pagine web. Per fare ciò devi creare contenuti che ti posizionino come esperto nel tuo campo. Basati sulle domande che i tuoi clienti ti pongono ogni giorno per trovare argomenti per il tuo blog, video di YouTube, eBook e altri contenuti online. Quindi, distribuisci i tuoi contenuti e messaggi di marketing tramite post sui social media o newsletter mensile via e-mail e mediante annunci online. Infine, aiuta le persone a trovare la tua attività online applicando tecniche SEO.
  3. Misura
    Una volta che il tuo sito e le pagine dei social media iniziano ad attirare visitatori devi misurare i risultati utilizzando strumenti di analisi. Continuerai a monitorare le tue vendite, ma potrai anche tenere traccia di molte altre metriche quali le visite al sito, le pagine visitate, la loro durata, le richieste di contatto o preventivo, ecc.
  4. Ottimizza
    Sulla base di queste nuove conoscenze perfeziona la tua presenza sul web in un ciclo di miglioramento continuo. Utilizzando i dati estratti dai tuoi strumenti di analisi, scopri cosa funziona e cosa no nel tuo sito web,o nelle pagine dei social media o nelle e-mail. Quindi sperimenta per determinare quali interventi sono più utili. Per saperne di più sui modi per migliorare il tuo marketing online, scarica la nostra Guida gratuita.

Il successo del web marketing non nasce da un sito web con molti visitatori, ma dalla capacità di convertire i visitatori in clienti. Non tener traccia delle conversioni online e non misurare le prestazioni del proprio sito può costare molto caro. Proprio come mantenere un cliente attuale è più conveniente che cercare di attirarne uno nuovo, ottimizzare il tuo processo di conversione produce un migliore ritorno sull'investimento rispetto alla ricerca di nuovi visitatori. Ecco quattro passaggi per convertire più visitatori in clienti.

Valuta la tua performance attuale: misura il tuo attuale tasso di conversione in modo da poter fissare un obiettivo e misurare il risultato delle tue azioni. Sulla base delle tue prestazioni attuali puoi individuare le opportunità di miglioramento, sia nella struttura del tuo sito e che nella SEO.

Definisci chiaramente il tuo target: concentra le tue azioni sul tuo visitatore ideale. Chi è? Cosa cerca? E, soprattutto, come acquista? Un buon modo per farlo è definire le"personas", le figure fittizie che rappresentano i tuoi visitatori ideali. Solo conoscendoli puoi ottimizzare i contenuti necessari.

Predisponi il processo di acquisto: devi determinare il percorso di navigazione che i visitatori dovrebbero fare sul tuo sito Web per facilitare al massimo la ricerca delle informazioni e delle tue soluzioni, valorizzare la tua competenza e predisporre inviti all'azione che portino i visitatori a stabilire un contatto.

Ottimizza le singole pagine per la conversione: verifica metodicamente le tue ipotesi e ottimizza le tue azioni senza modificare troppi elementi contemporaneamente altrimenti non riusciresti a capire quali modifiche ti hanno aiutato ad accelerare la conversione dei visitatori in clienti.

Talvolta basta aumentare la velocità del tuo sito o la corretta gestione delle keyword per aumentare il posizionamento nei motori di ricerca e prevenire l'insoddisfazione dei visitatori. In questa prospettiva miglioramenti minimi possono trasformarsi in fatturato.

Molte aziende pensano che per operare sui social media basti creare una pagina Facebook o un feed su Twitter. In realtà anche sui social media, affinché il tuo investimento venga ripagato, devi disporre di una strategia. Ecco un elenco di elementi chiave da incorporare in una strategia di social media.

Obiettivi: definisci gli obiettivi principali della tua presenza sui social media. Vuoi attirare più clienti? Promuovere il tuo marchio? Migliorare il servizio clienti? A seconda degli obiettivi, decidi come misurerai il tuo successo (ad es. numero di visite, follower e commenti, condivisione dei contenuti, potenziali nuovi clienti, ecc.) e i valori da raggiungere (KPI).

Pubblico: determina il tuo pubblico di destinazione e la sua ricettività sulle diverse piattaforme di social media. Concentra i tuoi sforzi all'inizio sulle piattaforme che più probabilmente saranno utilizzate dal tuo pubblico e sperimenta mentre procedi.

Strategia dei contenuti e messaggi chiave: identifica il tipo di contenuto che più attira il tuo pubblico di destinazione. Punta a un equilibrio tra intrattenimento e informazione e, soprattutto, evita un'eccessiva autopromozione, un errore fatale nei social media. Incoraggia i tuoi follower a interagire con la tua attività e di tanto in tanto effettua inviti all'azione diretti chiedendo loro di acquistare un nuovo prodotto, approfittare di un'offerta speciale o iscriversi alla tua newsletter.

Piano d'azione sui social media: predisponi il tuo piano d'azione. Chi fa cosa? Devi definire il monitoraggio del traffico, la creazione di contenuti e la loro pubblicazione sul sito e sui social media. Assegna le giuste risorse per la formazione dei dipendenti e prendi in considerazione la possibilità di una consulenza o coaching. Assicurati di comunicare la tua strategia sociale ai dipendenti e ottenere il consenso di tutto il personale.

Calendario delle pubblicazioni: gli aggiornamenti regolari sono la linfa vitale per creare i contatti che desideri con i tuoi iscritti. Devi stabilire un programma di pubblicazione, specificando la frequenza con cui ciascuna piattaforma verrà aggiornata e chi ne sarà responsabile.

Monitoraggio: tieni traccia dei tuoi sforzi per vedere se stai raggiungendo i tuoi obiettivi. Inoltre, rivedi e aggiorna regolarmente la tua strategia sui social media.

Il marketing in entrata o inbound marketing consiste nell'aiutare le persone a trovare facilmente la tua attività attraverso Internet. Il suo obiettivo è portare sempre più visitatori al tuo sito web che costituisce la porta d'accesso alla tua attività. A tale scopo devi farti trovare attraverso i motori di ricerca, i tuoi post sui social, i siti di recensioni dei clienti e tutte le opportunità disponibili online. Ecco tre motivi per cui l'inbound marketing è importante.

  1. Le abitudini di acquisto delle persone sono cambiate:
    I consumatori vogliono controllare il loro processo di acquisto e per questo utilizzano Internet. Per aiutarli, devi offrire loro contenuti pertinenti e di alta qualità. Nel tempo non sarai più qualcuno che cerca di vendere qualcosa, ma un consulente esperto e di fiducia nel tuo campo e non solo.
  2. Il marketing in entrata è conveniente:
    I costi del marketing inbound per vendita potenziale sono inferiori rispetto ad altre strategie. Indipendentemente dal fatto che attiri 1.000 o 100.000 visitatori, i tuoi costi rimangono costanti a differenza ad esempio dei costi di invio di documenti cartacei. Inoltre, molti degli strumenti di pubblicazione dei contenuti necessari per il tuo piano i marketing sono economici.
  3. È più probabile che i visitatori diventino clienti:
    È probabile che le persone che trovano la tua attività online stiano cercando attivamente il tuo prodotto o servizio. Si tratta quindi di prospect "caldi" in contrasto con quelli che potresti trovare attraverso chiamate a freddo o pubblicità non mirata.

Ecco alcune indicazioni:

Sviluppa una strategia di contenuti: definisci gli obiettivi e predisponi i contenuti utili a sviluppare la tua strategia: post di blog, istruzioni per l'uso, video di istruzioni, guide digitali o altro. Prepara quindi un piano editoriale realistico e assegna responsabilità a dipendenti o a consulenti esterni. Ricorda che è fondamentale ottimizzare il tuo sito e i suoi contenuti per posizionarlo favorevolmente nei motori di ricerca, un processo chiamato SEO.

Lavora per coinvolgere potenziali clienti: identifica i social media su cui sono presenti i tuoi clienti e interagisci con loro mediante link al tuo sito o ad apposite landing page. Identifica anche i contenuti di cui sono più ricettivi (guide virtuali, video, podcast, ecc.) per capire quali favorire e determinare le priorità.

Concentrati sulla conversione dei visitatori in clienti: non sempre basta fornire contenuti eccezionali ai potenziali clienti portati su un sito web. Una volta che ti trovano, devi progettare come convertirli in clienti. Devi costruire un percorso per facilitare il loro passaggio alla fase successiva. Ad esempio, potresti mettere le tue offerte promozionali in primo piano sulla tua home page o attivare un invio automatico di e-mail che li portino a sviluppare il rapporto. Devi cioè implementare un funnel che porti i visitatori a diventare lead, poi prospect e infine clienti.

La Landing Page è uno degli strumenti principali dell’Inbound Marketing e ha come unico obiettivo spingere un utente ad effettuare un'azione, quella che viene chiamata conversione. Sono pagine diverse dalle “classiche” pagine web, progettate per la ricerca di informazioni e possono avere due obiettivi:

Generare Lead: convincere un utente a lasciare volontariamente i suoi dati di contatto attraverso la compilazione di un modulo presente nella pagina stessa. Questo è l'inizio del processo di Lead Generation con l'obiettivo di stabilire con i contatti una relazione, per esempio tramite newsletter, che possa condurre alla vendita.

Effettuare una vendita: In questo caso l’azione richiesta è un acquisto immediato di un prodotto. Non tutti i prodotti e servizi si prestano alla vendita online e in questo caso è consigliabile utilizzare una Landing Page (ecco qui un nostro video sulle Landing page) del tipo precedentemente descritto e avviare il processo di inbound marketing. Il suo funzionamento è molto efficace quando è il punto di arrivo di un particolare flusso di traffico (per esempio proveniente da una campagna e-mail, da una campagna ADS o sui social media). Se ben fatta, riesce a convertire in leads una percentuale di visitatori più elevata di quanto non potresti ottenere in altri modi.

Vendere servizi è diverso rispetto a vendere prodotti. Beni e servizi hanno sempre avuto caratteristiche differenti e questo ha un impatto diretto sulle attività di Marketing delle aziende. A differenza di un prodotto fisico, il servizio si caratterizza per:

  • l’intangibilità: non può essere immagazzinato, esibito o campionato;
  • l’eterogeneità: viene costruito di volta in volta sulla base delle esigenze del cliente;
  • l’inscindibilità tra produzione e consumo: viene utilizzato nello stesso momento in cui è prodotto;
  • la deperibilità; non può essere conservato né accantonato per altro impiego.

Diventa quindi estremamente difficile per un potenziale cliente valutare prima dell’acquisto le differenze di un servizio rispetto alla concorrenza e il beneficio che otterrà acquistandolo. Per questo il primo obiettivo del marketing di un'azienda di servizi deve essere la conquista della fiducia del potenziale cliente, PRIMA che avvenga l’acquisto. Prima di vendere occorre far percepire ai clienti il valore dell'azienda, trasmettere fiducia e far fin da subito intuire il beneficio che otterranno acquistando i servizi della tua azienda.

Per questo il marketing in entrata con la sua strategia di acquisizione dei contatti e costruzione di una solida relazione costituisce la soluzione ideale per un'azienda di servizi.

Il Remarketing ( o Retargeting) è una forma di pubblicità online che si rivolge agli utenti in base alle loro precedenti azioni su Internet. Il suo funzionamento si basa su un pezzo di codice (cookie) del tuo sito web che viene rilasciato sul browser di ogni un nuovo visitatore che accede al tuo sito.

Successivamente quando i visitatori tracciati dal cookie navigano in altri siti web, è possibile mostrare loro annunci specifici. Il grande vantaggio offerto é quello di mostrare gli annunci alle persone che hanno già visitato il tuo sito e quindi hanno dimostrato un certo interesse alla tua offerta. Ad esempio, nel caso di un E-Commerce, al visitatore verrà mostrato il prodotto che egli aveva in precedenza caricato nella whishlist del sito, in modo da spingerlo a concludere l’acquisto.

Il Remarketing è uno strumento molto efficace perché ti permette di concentrare i tuoi investimenti su utenti che hanno già familiarità con il tuo marchio, aumentando così il ROI.

Non esiste una risposta valida per tutti a questa domanda perché l'investimento dipende da diversi fattori quali ad esempio il tipo di attività, gli obiettivi di business e le risorse economiche. Ecco alcuni suggerimenti per impostare il budget di marketing di una PMI.

Analizza il tuo settore : In linea di massima il tuo budget di marketing dovrebbe essere una percentuale del tuo fatturato. In genere le aziende B2B dovrebbero spendere in marketing tra il 2 e il 5% dei loro ricavi . Per le aziende B2C, questa percentuale è spesso più alta, tra il 5 e il 10% perché devono investire in più canali per raggiungere diversi segmenti di clientela. Un buon modo per ridurre il budget di spesa è valutare le pratiche comuni nel tuo settore e quanto spendono i tuoi concorrenti.

Stabilisci obiettivi chiari : Definire i tuoi obiettivi chiari, misurabili e specifici ti consentirà di pianificare le azioni prioritarie e l' investimento necessario.

Considera tutti i tuoi potenziali costi: Sul web le opportunità sono molte e generalmente conviene destinare una parte del budget a ciascuna di queste al fine di identificare le più efficaci:

  • Sito Web: il costo del tuo sito Web include la sua progettazione e creazione, l'hosting annuo nonché l'aggiornamento dei contenuti. Ricordati di monitorare i tuoi visitatori per sapere da dove provengono e determinare il contributo di altri investimenti di marketing.
  • Social media: investi sulle piattaforme di social media adatte alla tua attività. Anche se il traffico verso le tue pagine sui social media è interamente organico, devi considerare le risorse necessarie per creare i contenuti.
  • Pubblicità online: per ottenere risultati reali su Google Ads devi investire almeno 1.000€ al mese. Monitorando e perfezionando i tuoi annunci online, sarai in grado di definire un budget più accurato.
  • E-mailing: l'invio di aggiornamenti regolari ai clienti che hanno accettato di ricevere comunicazioni aiuta a rafforzare il legame. La pianificazione di newsletter, la scrittura di contenuti e l'utilizzo di alcuni strumenti richiedono tempo e risorse.
  • Video: ormai questo strumento sta diventando fondamentale per le attività di marketing. I costi variano molto perché puoi rivolgerti a grandi agenzie o utilizzare il tuo smartphone per girare i video da solo.
  • Formazione: se intendi utilizzare il tuo personale interno per gestire le tue campagne di marketing assicurati di prevedere fondi per la formazione. I canali disponibili sono in continua evoluzione e occorre una formazione costante o un accompagnamento per rimanere al passo con le migliori pratiche.

Monitora i costi e adatta il tuo budget: Analizzando ogni spesa del tuo budget di marketing e i risultati che ottieni sul web potrai ottimizzare la tua spesa in base alle priorità. Valuta il tuo budget di marketing su base trimestrale e annuale per verificare se le tue previsioni corrispondono alla tua spesa effettiva. Solo così sarai in grado di impostare budget più accurati nel tempo.

Portfolio web marketing realizzati

Clienti reali, risultati concreti

Monate Piscine.jpg
Monate Piscine

Il web marketing che aiuta l'impresa ad fenerare richieste di contatto e vendere direttamente online

LNIBT.jpg
LNIBT

Sito web promozione turistica e ottimizzazione SEO per promuovere il territorio della Provincia di Varese

Edilcellina.jpg
Edilcellina

Un nuovo stile, un sito internet interattivo e campagne SEM per crescere online e offline

Officine Pontevia.jpg
Officine Pontevia

Aumentare la visibilità sul web. Una strategia web marketing a supporto del sito internet