Servizio SEO: le 10 domane più frequenti

Servizio SEO: le 10 domane più frequenti

Offrendo da parecchi tempo il servizio SEO per domini gestiti dalla nostra agenzia ho pensato di raccogliere in questo articolo le domante più frequenti che mi vengono poste dai miei clienti. Spero possano essere d’aiuto per approfondire l’argomento.

domande servizio SEO

Da dove iniziare con la SEO?

Per prima cosa è necessario comprendere da che punto partiamo, quindi una verifica dello stato del tuo sito. La verifica deve riguardare sia aspetti tecnici come ottimizzazione del codice, immagini e hosting sia aspetti strutturali e contenutistici.

Fatto questo è importante conoscere il mercato, dovrai quindi farti un’idea della forza con cui i competitor stanno occupando il mercato, su quali keyword stanno investendo e il loro posizionamento. Solo in questo modo potrai definire una strategia dandoti obiettivi concreti e un metodo per ragigungerli.

Quanto costa il servizio SEO?

I costi partono da circa € 500.00 al mese per crescere in base agli obiettivi preposti e al tipo di attività che deve essere messa in campo per l’ottenimento degli stessi.

Esistono soluzioni dedicate ad aziende che necessitano di emergere nei confronti di una clientela locale, e altre soluzioni pensate per chi necessita di contattare clienti su tutto il territorio italiano o addirittura dall’estero.

Che durata ha il servizio?

L’attività SEO necessita di tempo per ottenere risultati. La durata dell’attività dipende innanzi tutto dalla situazione di partenza del sito, dagli obiettivi che si desiderano ricevere e dalla situazione della concorrenza. Sicuramente è più facile posizionarsi per un prodotto specifico, poco conosciuto o legato ad un’area geografica ben definita piuttosto che ottenere ottenere risultati immediati in un mercato molto competitivo che riguarda tutto il mercato italiano.

Tendenzialmente l’attività necessita almeno di 6 mesi durante i quali vengono applicate le strategie basilari per ottenere i primi risultati e vedere conseguentemente traffico sul proprio sito.

Come verifico i risultati di ottimizzazione?

Nel mondo digitale nulla è più facile che misurare i risultati ottenuti, tutto è tracciato dai computer e quindi è semplice monitorare l’andamento dei risultati ottenuti da un servizio SEO. Una serie di indicatori di performance KPI possono essere utilizzati e controllati quotidianamente. Penso ad esempio al numero di visite ottenute, alla posizione del sito nella SERP di Google e alle keyword più performanti. Questi indicatori vengono concordati con il consulente SEO e monitorati insieme costantemente.

Non dimenticare inoltre che potrai anche verificare direttamente queste informazioni consultando le statistiche del tuo sito. Infine potrai anche calcolarti il ROI dell’attività svolta sulla base di prodotti e servizi venduti.

testa il tuo sito

Cosa fa il consulente SEO?

Come già detto la costanza è una delle doti principali che il consulente SEO deve avere ottenere un buon posizionamento di un sito, ma deve anche avere competenze, metodologia, capacità di sperimentazione e fantasia per integrare piccoli accorgimenti che aiuteranno il sito a migliorare la propria posizione sulla SERP di Google.

Il suo compito è portare il maggior numero possibile di visitatori interessati sul sito internet sul quale sta lavorando, per fare questo il consulente SEO applicherà un processo di efficientamento continuo del sito fatto di ottimizzazioni, sperimentazione e misurazione dei risultati ottenuti per poi ricominciare da campo in un percorso di miglioramento ciclico

Cosa posso fare per aiutarlo ad ottimizzare il mio sito?

Il tuo consulente non conoscerà sicuramente quanto te il tuo prodotto o il settore in cui operi. Necessiterà quindi assistenza nella generazione dei contenuti. Spesso il consulente individuerà una serie di keyword informative e transazionali su cui è opportuno sviluppare dei contenuti, è qui che puoi entrare in gioco fornendo contenuti di valore relativi a tali parole chiave. Sarai di grande aiuto e il tuo consulente potrà dedicarsi all’ottimizzazione dei contenuti senza dover generare gli stessi da zero. Un bel risparmio!

Che software utilizza per le keyword?

Esistono decine di software gratuiti o a pagamento per selezionare, monitorare e ottimizzare le keyword di un sito internet. Ogni consulente SEO utilizzerà i propri. Ti segnalo comunque questo precedente articolo dove vengono 3 strumenti gratuiti per chi affronta per a prima volta questa affascinante disciplina.

La SEO è solo per Google?

Sebbene Google sia il motore di ricerca più utilizzato è opportuno volgere attività SEO anche su altri piccoli motori di ricerca, come il diretto concorrente BING o il promettente Duck Duck Go. Molte aziende stanno anche iniziando ad ottimizzare i propri canali YouTube alla fine di intercettare direttamente il traffico di utenti che cercano direttamente all’interno della piattaforma oppure se vendi su Amazon o altri marketplace l’ottimizzazione dei tuoi prodotti è fondamentale per ottenere visibilità.

La tua strategia di posizionamento potrebbe anche essere progettata per cercare di ottenere traffico da motori di ricerca minori proprio perché meno utilizzati dai concorrenti e quindi nei quali è più facile ottenere buone posizioni.

Cos’è la link popularity?

E’ uno dei tanti parametri utilizzati da Google per decidere il posizionamento del tuo sito all’interno della SERP ( Search Engine Results Page significa “pagina dei risultati del motore di ricerca”). In particolare la link popularity è un parametro che come dice il nome si pone l’obiettivo determinare il valore di un sito sulla base dei link in ingresso allo stesso.

La link popularity valuta quindi il numero di siti che segnalano il nostro e la loro qualità. Maggiore sarà il numero di link in ingresso da siti di alta qualità che riusciremo migliore la posizione ottenuta sul motore di ricerca. I link in ingresso possono essere ottenuti spontaneamente da altri siti che reputano interessanti i nostri contenuti e li segnalano ai loro utenti, oppure è possibile attuare una strategia di link building che ci permetta di aumentare la popolarità del nostro sito web.

Esistono alternative al servizio di posizionamento SEO?

Non esattamente, la SEO è un’attività che consente di intercettare traffico organico ha tempi non proprio immediati per dare risultati e necessita un intervento di affinamento costante. L’alternativa è creare una strategia di web marketing che aumenti il traffico sul sito.

Un’alternativa potrebbe quindi essere quella di acquistare pubblicità tramite servizi come Adwords della stessa Google o tramite i social, banner ecc. Tieni però a mente che mentre il posizionamento organico ottenuto con la SEO è tendenzialmente duraturo nel tempo la visibilità ottenuta tramite campagne pubblicitarie online dura il periodo della campagna stessa, non appena viene interrotta il sito sprofonderà nuovamente nella SERP di Google.