Scelta del font per il sito

Ritengo sia di fondamentale importanza per un’azienda la scelta del carattere da utilizzare per il proprio sito, in quanto questo è uno dei più importanti strumenti tramite i quali comunicare con il proprio target un’ identità definita e coerente.

Aggirati i problemi tecnici di compatibilità dell’uso dei vari font su sistemi differenti, ritengo che garantire la massima leggibilità a video ed in stampa sia l’obbiettivo principale da perseguire; ma questa semplice regola non è sempre realizzazione in quanto spesso si deve rimanere legati ad un’immagine aziendale fortemente definita e quindi bisognerà decidere di usare un font differente da quello istituzionale oppure correggere l’immagine aziendale in moto tale da poter utilizzare un font che possa essere facilmente utilizzato
anche a video.

Come tutti ben sapete per facilitare la lettura a video si tende a utilizzare i caratteri a “bastoni” quali ad esempio l’Arial, il Verdana e il Tahoma per i titoli ed i brevi testi mentre molti preferiscono l’uso di caratteri con le “grazie” (quelle appendici presenti cui caratteri tipo Times New Roman) per i paragrafi di testo più lunghi in quanto la loro forma tondeggiante permette una lettura più agevole. Premesso che non sono di questa idea e che personalmente non utilizzo nei miei progetti i caratteri di quest’ultimo tipo, ritengo che la scelta del font debba essere di volta in volta valiata sulla base del messaggio che si intende veicolare e sulla base delle caratteristiche del testo che si desidera pubblicare. In questo caso ci vengono incontro altri strumenti che possiamo utilizzare per “personalizzare” un carattere e quindi il suo apsetto.

Lavoro spesso sulla distanza tra i singoli caratteri ed ancora di più sull’interlina, due elementi che se correttamente utilizzati aiutano il visitatore a leggere il testo più agevolmente, inoltre una larghezza contanuta dei paragrafi incrementa ulteriormente la leggibilità aiutando l’occhio a ritrovare l’inizio della riga successica a quella letta.

Infine ritengo che una pagina fitta e piena di caratteri stanchi, alleggerirla aumentando il numero dei paragrafi ed inserendo grassetti, colori, corsivi, titolini ecc.., possa rendere la lettura più appetibile…

Lascia un commento