Profilare visitatori e clienti

Non sono di estrazione un markettaro, non me ne vogliate quindi se scrivo castronerie a riguardo anzi ogni consiglio è ben accetto. Creando siti web per lavoro spesso ho a che fare con chi, all’interno di aziende, si occupa della profilazione di visitatori e clienti.

Prescindendo dagli indiscutibili vantaggi che questa operazione può offrire a chi deve vendere un prodotto o semplicemente promuovere un sito web, ritengo di aver sempre messo in atto una sorta di profilazione ogni volta che progetto un nuovo sito internet. Durante la progettazione di un’interfaccia web devo infatti capire a chi sto parlando e far si che il sito che sto sviluppando risponda alle esigenze dell’utente tipo. Nella fase iniziale del lavoro analizzo i siti concorrenti, parlo con i miei clienti, cerco insomma di farmi un’idea di chi sono i futuri utilizzatori del sito che andrò a creare, anche nelle fasi successive grazie a sistemi di registrazione, analisi degli acquisti e tracking degli utenti proseguo nel lavoro di profilazione e conseguentemente affinamento del sito.

Ho provato a approfondire in maniera più professionale l’attività di profilazione e vorrei riportarvi qui sotto alcuni parametri che possono essere utilizzati per meglio capire i propri utenti:

PROFILAZIONI possibili:
socio-demografiche: età, sesso, stato civile, livello di istruzione, professione, struttura familiare, popolazione diurna, popolazione lavorativa, popolazione straniera;
economiche: reddito disponibile, reddito equivalente, risparmio;

finanziarie: ricchezza, attività, attività finanziarie, possesso di strumenti finanziari, utilizzo di strumenti di pagamento;

di consumo: consumi totali, consumi alimentari e non;

abitative: tipologia e dimensione delle abitazioni, utilizzo delle abitazioni (residenza / temporaneo / vacanza), proprietà delle abitazioni, valori di mercato delle abitazioni;

esposizione ai media: (TV, radio, stampa, cinema, internet) integrati in una logica multimediale, capacità di utilizzo;stilie di vita: 18 stili di vita standard di Sinottica Eurisko;

stili settoriali su Finanza, Alimentare, Abbigliamento, Automobili, Tempo Libero, Salute e Cura di Sè.

Un commento

  1. Pingback: Rendere il proprio sito internet più “..sociale”

Lascia un commento