Ottimizzare i contenuti per migliorare il posizionamento

Potrebbe sembrare un’affermazione banale, ma l’ottimizzazione dei contenuti è uno dei migliori sistemi per ottenere un buon posizionamento. Ogni pagina del sito deve contenere una quantità consistente di testo, la cui qualità deve essere naturalmente rilevante dal punto di vista informativo in riferimento ai termini di ricerca per i quali puntate ad apparire nei primi risultati.

Ovvero possiamo riassumere questo passo dicendo che è importante ottimizzare il modo di scrivere testi all’interno del nostro sito facendo in modo che le parole utilizzate per comporre il testo siano quelle più utili al visitatore e probabilmente quelle che utilizza durante la ricerca.
Ad esempio è inutile scrivere una news del tipo;

“SILENTWALL non improvvisare,affidati ad un prodotto professionale! ”
quando potremmo scrivere
“SILENTWALL Sistemi di controparete attrezzabili e fonoassorbenti”

Frequenza e prominenza delle keyword
Non è sufficiente inserire correttamente i tag TITLE, DESCRIPTION e KEYWORDS se poi all’interno della pagina queste parole non compaiono.

La frequenza, come è facile intuire, indica il numero di volte che un termine è ripetuto all’interno di una pagina, ed è un parametro spesso utilizzato dagli spider dei motori per valutare la rilevanza dei contenuti di un sito.

La prominenza è invece relativa alla posizione delle keywords all’interno della pagina, ovvero in base a questo elemento considerato dagli algoritmi dei motori, vengono valutate più rilevanti le parole chiave inserite nel “TITLE” e nei meta nei meta tags, quelle presenti negli Heading (“h1”, “h2” ecc… ovvero i titoli usati per la formattazione interna dei testi), nei links ipertestuali, quelle poste nella parte alta della pagina, all’inizio dei paragrafi o evidenziate in neretto (“b”).

Lascia un commento