Lavorare con il cliente, un approccio innovativo

Raggiungere l’obiettivo finale al minimo costo, con il minimo sforzo, nel minor tempo possibile.

Questo è un chiaro esempio di “equazione impossibile”.Vediamo di capirne le ragioni.
La riuscita di un progetto è segnata da molteplici fasi e ognuna di esse esige capacità tecniche specifiche.
Alla base di tutto c’è un elemento fondamentale: la comunicazione tra le parti.
Il cliente è spesso portato a pensare che basti affidare un determinato progetto a un professionista per ottenere i risultati attesi.
Questo, senza considerare una sua diretta partecipazione. Niente di più sbagliato.

Un esperto, per quanto capace, non può riuscire a interpretare pienamente desideri e intenti, non senza ricevere delle concrete linee guida.
Se queste vengono a mancare, il processo ne risentirà e il cliente non sarà mai pienamente soddisfatto del risultato.
Del resto, se ci si sofferma un attimo, come si può pensare di raggiungere un traguardo senza prendere parte alla gara?
Se il cliente collabora, ad esempio, consente al professionista una messa a fuoco più precisa e di accedere più facilmente a tutte quelle informazioni utili per poter avanzare una proposta specifica e mirata.

  • Cosa si aspetta il cliente da te?
  • Perché il suo prodotto dovrebbe funzionare?
  • A chi si rivolge? Qual è il target di riferimento?

Non può esistere un palazzo senza fondamenta. In loro assenza non si potrebbe più parlare di “progetto” ma di semplice “tentativo”.
Il coinvolgimento del cliente è una fase essenziale, durante la quale il professionista funge da guida ponendogli giuste domande e utilizzando tecniche creative.
Lo stesso cliente, prendendo parte in prima persona al progetto, ne vive lo spirito, ne acquisisce in consapevolezza, ne condivide le scelte e giunto al risultato finale, non potrà che esserne pienamente soddisfatto.
Lo ha creato anche lui!

Please follow and like us: