Analisi della concorrenza: 5 passaggi per eseguirla in autonomia

Analisi della concorrenza: 5 passaggi per eseguirla in autonomia

Per costruire un business di successo, devi offrire prodotti e servizi che si distinguano dalla massa! Per creare queste offerte uniche, tuttavia, devi sapere chi è la tua concorrenza e cosa porta sul mercato. Anche se non puoi permetterti la consulenza di una società di consulenza marketing, una semplice ricerca può dirti molto sui tuoi concorrenti. Ecco cinque passaggi che puoi eseguire per eseguire la tua analisi della concorrenza.

1 – Identifica i tuoi concorrenti

Un concorrente è un’azienda che offre un prodotto simile al tuo allo stesso segmento di mercato a cui ti rivolgi. Pertanto, due agenzie pubblicitarie possono svolgere le stesse attività senza essere necessariamente in concorrenza. Come è possibile? Queste società possono rivolgersi a clienti diversi: una può servire le multinazionali mentre l’altra può rivolgersi alle imprese locali.

In generale, ci sono tre tipi di concorrenza:

Guida pianificazione strategica
  • Concorrenza diretta – Queste aziende offrono gli stessi prodotti e servizi dei tuoi agli stessi clienti e nel tuo stesso territorio.
  • Concorrenza secondaria o indiretta: queste aziende offrono prodotti e servizi leggermente diversi dai tuoi o si rivolgono a clienti diversi nel tuo stesso territorio.
  • Concorrenza alternativa: queste aziende offrono prodotti e servizi diversi dai tuoi agli stessi clienti e nel tuo stesso territorio.

2. Scopri i tuoi principali concorrenti

Una volta identificati i tuoi principali concorrenti, raccogli quante più informazioni possibili su di loro.Ad esempio alcuni dati che puoi raccogliere facilmente sono:

scarica guida web marketing
  • Prodotti e servizi: valuta i loro prodotti o servizi e confrontali con i tuoi (idealmente acquistandoli e provandoli). Cosa ne pensi della loro qualità? Quali caratteristiche ti piacciono o non ti piacciono? Chi sono i fornitori? Soddisfano le preferenze dei consumatori?
  • Posizionamento e branding – Analizza i siti web della concorrenza, la documentazione sui prodotti, le brochure ei cataloghi. Seguili sui social media e visitali alle fiere. Quali sono i loro mercati di riferimento? Qual è la loro proposta di valore unica?
  • Reputazione di mercato – Parla con clienti, fornitori e distributori per ottenere il loro punto di vista. Cosa sanno della tua concorrenza? Come si sentono riguardo ai loro prodotti, alle strategie di vendita e marketing e al servizio clienti?
  • Prezzo – Qual è il prezzo dei loro prodotti e servizi? Varia per i partner di canale e i clienti? Qual è la loro politica di sconto? Potete valutare la loro struttura dei costi?

3. Analizza i punti di forza e di debolezza dei tuoi concorrenti

Preparare una valutazione scritta dei tuoi concorrenti ti permetterà di confrontare le tue prestazioni con le loro. Delle schede con gli elementi da considerare ti aiuterà nel lavoro e nel confronto.

Dopo aver elencato i competitor definisci i loro rispettivi punti di forza e di debolezza. Sono popolari a causa della loro posizione? Quanto sono visibili? Il loro personale è di buona qualità? I loro prezzi sono troppo alti? O il loro prodotto manca di una caratteristica importante per soddisfare la domanda dei tuoi clienti target?

Questa analisi ti darà un’idea di come puoi personalizzare la tua strategia per contrastare i loro punti di forza e sfruttare le loro debolezze. 

4. Parla direttamente con la tua concorrenza

Può essere utile conoscere personalmente la concorrenza. Fare quel primo passo spesso si traduce in una relazione reciprocamente vantaggiosa.

In effetti, non è raro che due aziende si facciano concorrenza a volte e collaborino in altre occasioni. Ad esempio, un concorrente potrebbe essere disposto a consigliarti ai clienti se non servono una particolare nicchia di mercato. Per questo, tuttavia, deve conoscerti, fidarsi di te e apprezzarti.

Anche se non riesci a raggiungere un accordo con la concorrenza, parlare con loro può aiutarti a raccogliere importanti informazioni che ti aiuteranno a differenziare la tua attività sul mercato o comprendere come hanno risolto problematiche comuni.

5. Trova il tuo vantaggio competitivo grazie all’analisi della concorrenza

Analizzare la concorrenza ti aiuterà a trovare il tuo vantaggio competitivo. Forse sono i tuoi prezzi convenienti o le tue promozioni ad attirare nuovi clienti. Tuttavia, tieni presente che anche i tuoi concorrenti potrebbero adottare questo tipo di strategia, che potrebbe non essere praticabile a lungo termine.

Approfittare della debolezza di un concorrente è sempre una buona idea. Ma è sostenibile?

Idealmente, un vantaggio competitivo dovrebbe essere una grande forza distintiva che ti consente di conquistare i tuoi clienti target. Trovare il tuo vantaggio competitivo ti aiuterà a creare il tuo messaggio e il tuo marchio in base ai tuoi elementi chiave di differenziazione. Sebbene sia importante osservare la concorrenza e migliorare la tua attività in cambio, non dovresti lasciare che le tue preoccupazioni su ciò che fanno gli altri dettino la tua strategia..